Giudizio morale: quale ruolo per la ragione?

E-mail Stampa PDF
AddThis

Giudizio morale: quale ruolo per la ragione?Le recenti scoperte in neuroscienze e psicologia morale hanno dimostrato che il processo di presa di decisione morale è fortemente determinato da processi inconsci, automatici ed emotivi, dalle cosiddette intuizioni. Il ruolo del ragionamento cosciente sembrerebbe, per tanto, fortemente ridimensionato.

Dopo la critica di J. Haidt al modello razionalista in psicologia morale bisogna ammettere che il ruolo del ragionamento cosciente nel processo di presa di decisione morale è stato, da parte della psicologia, scarsamente chiarito.

Se, da una parte, sembra evidente a chiunque che il ragionamento abbia un ruolo nella formazione delle nostre decisioni morali, dall’altra, una recente revisione della letteratura (Paxton & Greene, 2010) mostra che l’evidenza scientifica per concludere con certezza sul ruolo della ragione nelle nostre scelte morali è limitata.

A tale limitazione hanno risposto gli psicologi Paxton, Ungar e Greene, con due esperimenti i cui risultati sono consultabili nella pubblicazione Reflection and Reasoning in Moral Judgment, uscita l’anno scorso su Cognitive Science.

Gli autori hanno indagato il ruolo della riflessione o ponderazione e del ragionamento. La riflessione è la considerazione cosciente e attenta di uno stimolo; il ragionamento è una considerazione più strutturata, in quanto implica un procedimento argomentativo di qualche tipo. La prima è condizione necessaria ma non sufficiente del secondo.

Nel primo esperimento i soggetti, cui era indotta una condotta maggiormente riflessiva, per mezzo di un test di riflessione cognitiva (CRT – in cui i soggetti erano esposti a problemi con soluzioni controintuitive, ovvero con soluzioni intuitive ma scorrette), rispondevano a situazioni morali dilemmatiche in maniera più utilitarista rispetto al controllo. Ovvero la loro risposta era più calcolata e meno intuitiva. Ciò dimostra che la riflessione è in grado di influenzare il giudizio morale.

Nel secondo esperimento i soggetti dovevano valutare moralmente uno scenario di incesto tra adulti consenzienti, situazione nota per la sua alta connotazione emotiva, dunque scarsamente permeabile a valutazioni di ordine razionale. Due le variabili manipolate: il tempo a disposizione per rispondere (poco o molto), l’argomento proposto, dopo la descrizione della situazione, in giustificazione del comportamento incestuoso (controintuivo, forte oppure debole). Il risultato è che solo l’argomento forte è risultato persuasivo, e solo quando il tempo accordato per rispondere era molto. Ciò dimostra che la riflessione ragionata è in grado di influenzare il giudizio morale.

Se la domanda è: possono la riflessione e il ragionamento deliberato cambiare, in determinate circostanze, la visione morale dell’individuo, in particolare la sua attitudine, determinata da intuizioni rapide, inconsce e sovente emotive, la risposta è senz’altro affermativa.

L’uomo comune già era di questa opinione. La psicologia morale, in questo caso, funge da affidabile meccanismo di conferma dell’opinione comune, che, in prospettiva, può aspirare a divenire conoscenza. La nostra fascinazione per questo tipo di scienza non viene certo meno a causa della apparente banalità dei suoi risultati, semmai ne viene rinforzata in virtù dell’alto valore che attribuiamo alla conquista prudente, minuziosa e rigorosa della verità.

In conclusione gli autori suggeriscono che i loro risultati danno maggiore forza alla richiesta normativa di agire ascoltando la "testa" oltreché il "cuore". Tuttavia il discorso che su ciò si aprirebbe è troppo lungo, complesso e, semmai, controverso, per essere anche solo iniziato in questa sede, ma, in generale, in sede scientifica.

Francesco Margoni

Reference:

  1. Haidt, J. (2001). The emotional dog and its rational tail: A social intuitionist approach to moral judgment. Psychological Review. 108(4); pp. 814–834.
  2. Paxton, J. & Greene, J. (2010). Moral reasoning: Hints and allegations. Topics in Cognitive Science. 2(3); pp. 511–527.
  3. Paxton, J., Ungar, L., Greene, J. (2012). Reflection and Reasoning in Moral Judgment. Cognitive Science. 36; pp. 163–177.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Maggio 2013 13:28  

Alzheimer: diagnosi precoce con reti neurali artificiali; il nuovo libro di Marco Mozzoni.La popolazione invecchia e quest’anno saranno 35 milioni i malati di Alzheimer nel mondo. Una cifra di molto superiore alle previsioni, tanto da far parlare Lancet Neurology di "sfida globale del XXI secolo". Sul tema della diagnosi precoce di questa complessa malattia neurodegenerativa è in questi giorni in libreria, fresco di stampa, "Alzheimer: come diagnosticarlo precocemente con le reti neurali artificiali" (Franco Angeli Edizioni, 2010).

 

BRAINFACTOR - TESTATA SCIENTIFICA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI MILANO
N. 538 DEL 18/9/2008 - DIRETTORE RESPONSABILE: MARCO MOZZONI - ISSN 2035-7109

COPYRIGHT © 2013 BRAINFACTOR Cervello e Neuroscienze - Tutti i diritti riservati

TESTATA REGISTRATA

ISSN 2035-7109 - TESTATA REGISTR. TRIBUNALE MILANO N. 538 18/9/2008 Direttore Responsabile Marco Mozzoni - Colophon - Lab Uni Bicocca

Redazione

REDAZIONE DI ROMA
Viale dei SS Pietro e Paolo 25
00144 ROMA EUR
redazione@brainfactor.it

BrainFactor in CiteFactor

BFJ indexed

BrainFactor Journal è una rivista scientifica indicizzata in Google Scholar.
BrainFactor Journal è una rivista scientifica indicizzata nella Directory of Open Access Journals DOAJ.
BrainFactor Journal indicizzato in Doaj e in Google Scholar
ANNO 2013
Vol 5 Issue 4 - "Disagio"
Vol 5 Issue 3 - "Neuroetica"
Vol 5 Issue 2 - "Morale"
Vol 5 Issue 1 - "Legge professioni"
ANNO 2012
Vol 4 Issue 5
Vol 4 Issue 4 - "Sinp 2012" (Lab)
Vol 4 Issue 3
Vol 4 Issue 2 - "Neuroni specchio"
Vol 4 Issue 1 - "Alfabeto cervello"
ANNO 2011
Vol 3 Issue 2 - "Integrazionale"
Vol 3 Issue 1 - "Agenda cervello"

PARTNER

Brain Awareness Week 2013 - Dana Foundation Partner

Dana Foundation
BAW 2013 Partner

Università di Verona - Infinitamente 2014

Università di Verona
Infinitamente 2014

European Commission - European Researcher's Night 2009 - Associated Event

European Commission
ERN Associated Event

B.R.A.I.N. Basic Research And Integrative Neuroscience - Università di Trieste

Università di Trieste
Centre for Neuroscience

Provincia di Milano - Imprese Creative

Provincia di Milano
Imprese Creative

B Connect !

B CONNECT! Stai connesso! Entra nella piattaforma collaborativa...

© Copyright

BrainFactor (ISSN 2035-7109) è una Testata giornalistica scientifica registrata al Tribunale di Milano al N. 538 del 18/9/2008. Direttore Responsabile: Marco Mozzoni. E' consentito riprodurre articoli di BrainFactor esclusivamente alle seguenti condizioni: indicando la testata BrainFactor, il titolo dell'articolo, il nome dell'autore, il link attivo alla pagina di brainfactor.it su cui è pubblicato; senza alcuna modifica. Oppure usando l'apposito servizio di feed automatici. Salvo diverse indicazioni più restrittive di Copyright indicate in calce ai rispettivi articoli e/o pagine della Testata. Attenzione: ogni abuso sarà perseguito nei termini di Legge.

Creative Commons License


Università degli Studi di Milano Bicocca - Laboratorio di Comunicazione Giornalistica (Marco Mozzoni)

Inside...

BF 24 All News

Ci stiamo preparando...
Corso di Ipnosi Integrazionale.
Scuola Filosofica www.scuolafilosofica.com
Integrational Mind Labs
GIALLO CRIMINALE
BAW 2012
Brain Awareness Week 2012: "L'Alfabeto del Cervello" BrainFactor, SIN, DNTB, Dana

Agenda Cervello

Mozzoni M, Giladrini A (a cura di), L'Agenda del Cervello, con prefazione del Prof. Antonio Federico, Presidente della Società Italiana di Neurologia (SIN), BrainFactor Publishing, Milano 2011
MINDset 2011
Milano 28 Ottobre 2011, ore 18:00 alla Casa della Cultura Via Borgogna 3 - MM San Babila Presentazione del libro: FENOMENOLOGIA DELLA SCOPERTA
Milano 28 Ottobre 2011, ore 18:00 alla Casa della Cultura Via Borgogna 3 - MM San Babila Presentazione del libro: FENOMENOLOGIA DELLA SCOPERTA

Le interviste

Parlano i protagonisti: Montalcini, Bentivoglio, Umiltà, Caramazza, Gallese, Vallortigara, Jacob, Pascolo, Boella, Franzini, Turatto, Sartori, Pietrini, Berlucchi, Soddu, Massimini, ...

Parlano i protagonisti:
Levi-Montalcini, Bentivoglio, Umiltà, Caramazza, Gallese, Vallortigara, Jacob, Pascolo, Boella, Franzini, Turatto, Sartori, Pietrini, Berlucchi, Soddu, Massimini, Bonfanti, Stracciari, Da Re, Pizzolato...

BRAINFACTOR Research © 2013

SHARE


BRAINFACTOR - TESTATA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI MILANO N. 538 DEL 18/9/2008 - ISSN 2035-7109 - DIRETTORE RESPONSABILE: MARCO MOZZONI